Alcune note sul lavoro:

Frances Lansing è una pittrice toscana che usa cera calda di api (encausto) per fare grandi paesaggi.Gli aspetti tecnici del metodo e la qualità della superficie minano la staticità del paesaggio tradizionale esponendo il processo sottostante. Si usa la cera come nei preparativi per il processo della cera persa per fare sculture in bronzo, dove la trama del pezzo finale rispecchia i gesti usati per formarlo.
Yates and Frances; cm. 50x35, incisione, 1975

Yates and Frances; cm. 50x35, incisione, 1975

Nel 1973 Lansing si trasferisce a Firenze dove, incoraggiata e istruita da Cristiano Toraldo di Francia, ha iniziato con la fotografia e l’incisione per registrare e capire l’ambiente circostante in rapida evoluzione. Lei e il suo compagno al Superstudio, Adolfo Natalini, ricercavano le radici dell’architettura nei segni della cultura extraurbana. Le sue prime incisioni di agricoltori toscani possono essere viste in questo contesto.Nel 1980 Lansing ha prodotto lavori in vari media quali disegno, fotografia, incisione, pastello, olio. Il suo linguaggio è diventato più intimo nel suo oggetto.

Nel 1981, ha iniziato a fotografare la storia di una famiglia inventata, una serie chiamata “Mertons” usando piccole figure di plastica come i suoi protagonisti e paesaggi fatti di oggetti riciclati e fotomontaggio. La sua intenzione era di esplorare il significato della “realtà” nella fotografia.

Una serie di opere in Polaroid negli anni successivi ha portato a dipinti sperimentali che cercavano di emulare i livelli di colore nell’emulsione dei media SX70. Nel 1987 il suo primo lavoro in cera d’api si è evoluto da questo processo di costruzione di una pittura a strati. Queste opere, chiamate paesaggi, non devono essere scambiati per luoghi reali, ma hanno più a che fare con la relazione tra “fare” e memoria.

Nei primi anni ’90 è stata membro – fondatore degli “Etruschi” un gruppo di artisti toscani interessati in forme d’arte antica e centrato intorno Philippe Daverio. Il suo interesse per recuperare e sostenere tecniche artigianali del passato ha alimentato in gran parte il suo lavoro successivo in tre dimensioni.

Nel 2003 Frances Lansing, dopo una mostra in collaborazione con il fratello, scultore, Yates Lansing, ha iniziato a fare sculture in bronzo e terracotta. Un certo numero di piccole figure in bronzo e in terracotta sono i risultati di una collaborazione con il marito, l’artista Sheppard Craige, e possono essere visti in un parco progettato e costruito da lui, “Il Bosco della Ragnaia”, a sud di Siena.Frances Lansing ha insegnato disegno per molti anni a Firenze presso la Syracuse University e Kent State University. La più recente pubblicazione sul suo lavoro (silvanaeditoriale.it) è intitolata “In nome dell’ Ape – e della Farfalla – e della Brezza – Amen!