Arpeggio;123x1431cm., encaustic on wooden panel, 2009

Arpeggio;123x1431cm., encaustic on wooden panel, 2009

“Un pittore mi ha detto che nessuno è riuscito a disegnare un albero, senza – in qualche modo – diventare un albero, o disegnare un bambino da un semplice studio dei contorni della sua forma … Ma dal guardare per un periodo i suoi movimenti e giochi, il pittore entra nella sua natura e può quindi disegnarlo in ogni attitudine.

Ralph Waldo Emerson, Saggi, I: Storia

Negli ultimi anni faccio quadri con cera d’api e sculture in bronzo con “cera persa” nelle colline al sud di Siena. Ogni forma d’arte  sarebbe un’attività futile in questo luogo – il paesaggio in sé è già un’opera d’arte – se l’obiettivo fosse l’identificazione di un fenomeno naturale.

Fare un giardino, piantare alberi,  seminare verdura; mi hanno portato più vicino al mio soggetto, mi hanno creato una visione che può venire solo da interazione. Forse questo è il motivo perché i recenti dipinti e sculture raramente si concentrano su qualche caratteristica specifica, ma piuttosto il modo in cui le cose sono formate, come funzionano e come sono collegate tra loro.

Kitchen garden

Orto Estate